Bomm del whiskey Scozzese

whiskey-scottish

Forte richiesta da paesi emergenti in Asia e sudamerica

L’Associazione del whisky scozzese (SWA) rende noto che le esportazioni di Scotch nel 2011 sono cresciute del 22% rispetto all’anno precedente. A determinare questa tendenza l’aumento della domanda sui mercati ‘emergenti’ di Asia e Sud America che, riferisce la Bbc, hanno dato un “forte contributo” al fenomeno.

Taiwan, ad esempio, รจ ormai uno dei primi cinque paesi importatori del superalcolico mentre le esportazioni verso il Brasile sono salite del 56%.

In concreto, nei primi sei mesi dell’anno sono state esportate dallo scozia qualcosa come 569 milioni di bottiglie di whisky anche se sull’incremento, dice la SWA, pesa anche la flessione delle esportazioni dell’anno precedente, determinata dalla crisi economica globale.

Nasce “Progetto Chianti” per valorizzare il vino
Bere sostenibile accorciando le distanze: km ZERO