Vino, Birra, Enogastronomia e buona tavola

Il wine family business e il caso del Sol Levante

Scritto da 100vino • Lunedì, 23 novembre 2009 • Categoria: Mercati e Tendenze



Con "Wine family business" - famiglia e territorio, definizione adottata solo di recente ma presente storicamente da generazione nel DNA delle nostre campagne e nel tessuto produttivo nostrano - si intende un fenomeno imprenditoriale tutto italiano, che identifica nella famiglia l'attore strategico nei confronti del prodotto, del marchio e delle specificità produttive vitivinicole del territorio.

Questa caratteristica - che si presenta come lo specchio eccellente delle realtà produttive italiana in generale - si sta rilevando un eccellente Cavallo di Troia per penetrare sommessamente ma inequivocabilmente nei mercati esteri di tutto il mondo ed anche - e soprattutto - quelli emergenti.

Fra tutti i mercati, quello in cui sta avvenendo qualcosa di molto interessante è il Giappone e nello specifico, nella sua capitale, Tokio.

Il Sol Levante si conferma, nell'anno della crisi globale, uno dei mercati più strategici per il vino italiano.

A confermarlo non soltanto i numeri dell'export che, nei primi sei mesi dell'anno, ha raggiunto i 9 milioni di ettolitri (+13% su primo semestre 2008 - dati studio Calwine settembre 2009), ma soprattutto l'inarrestabile cambiamento sociale filo occidentale dei giapponesi, sempre più inclini ad assorbire le tradizioni della cultura enogastronomica italiana.


Infatti,
nelle enoteche di Tokyo, oltre al vino, ci sono scaffali pieni di riviste specializzate e non c'è consumatore che non si fermi a sfogliarle
osserva Piero Mastroberardino, relatore per l'Istituto del Vino Italiano di Qualità Grandi Marchi al Vinitaly world Tour che dopo Tokyo (25 novembre) farà tappa a Seoul (26 novembre).

Si tratta di un segnale che dimostra una vivacità culturale potenziale per il vino italiano in Giappone- conclude - che rimane uno dei più importanti sbocchi mondiali dopo gli Stati Uniti.
A trainare il consumo del nostro vino in Giappone, l'esplosione di cibi e ristoranti italiani soprattutto nella capitale, dove risiede solo il 30% dei giapponesi ma si beve il 70% del vino italiano.
A consumarlo, soprattutto, le donne e le nuove generazioni under 30 che prediligono i vini rossi (60% dei consumi).
2825 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
To leave a comment you must approve it via e-mail, which will be sent to your address after submission.

To prevent automated Bots from commentspamming, please enter the string you see in the image below in the appropriate input box. Your comment will only be submitted if the strings match. Please ensure that your browser supports and accepts cookies, or your comment cannot be verified correctly.
CAPTCHA