Vino, Birra, Enogastronomia e buona tavola

IL ROSSO DI CONERO

Scritto da Eva di Pretoro • Sabato, 23 gennaio 2010 • Categoria: Vino rosso


Il Rosso di CONERO può essere definito tra i migliori  rossi marchigiani.

Le sue origini sono antichissime: i primi a "scoprirlo" furono i monaci Benedettini, che con le uve raccolte alle falde del Conero, producevano uno splendido Rosso. Forse furono loro a dare il nome attuale al vino, derivandolo dall'appellativo che i greci davano al corbezzolo o "ceraso marino", che cresce sui fianchi del Conero.

Prodotto nella splendida area del Monte Conero e le colline circostanti, riguarda 7 comuni, Ancona, Camerano, Numana, Offagna, Sirolo ed in parte Castelfidardo ed Osimo, tutto il promontorio del Conero è un meraviglioso ambiente per la coltivazione delle uve rosse grazie al microclima continentale ravvivato dalle brezze marine e dal terreno calcareo.

I vigneti riferiti al Rosso Conero sono coltivati generalmente a spalliera, con una densità variante dai 2500 ai 4000 ceppi dei nuovi impianti.

DOC dal 1967 il Rosso Conero si ottiene vinificando le uve del vitigno Montepulciano, unito poi da uve Sangiovese (per un 15% massimo) e ne circolano sul mercato due versioni, una base che deve presentare una gradazione minima di 11,5 gradi e una versione Riserva che deve avere una gradazione minimo di 12,5° e un invecchiamento di almeno due anni.

A partire dall'annata 2004, la versione "Riserva" del Rosso Conero DOC ha cambiato denominazione e disciplinare sottomettendosi alla più rigida legislazione che regola le DOCG (Denominazioni ad Origine Controllata e Garantita).
Esistono quindi ora due prodotti figli della stessa zona DOC di produzione vinicola: Rosso Conero DOC e CONERO DOCG

Il sapore è fortemente fruttato, ricco di sfumature e caratterizzato da un lungo e persistente retrogusto.

Tipiche sono le note di ciliegia selvatica, prugna, mora, frutti di bosco a cui seguono la liquirizia, il cuoio ed il tabacco.
I tannini sono sempre molto presenti perché l'uva ne è ricca.
Giovane si abbina piacevolmente a cibi succulenti, grassi, aromatici, anche a tendenza dolce.
Più maturo e morbido si accosta bene a primi piatti di pasta ripiena (tortellini, agnolotti, ravioli) e primi conditi con salse rosse, anche di carne.

il colore è rosso rubino intenso con forti sfumature violacee
.


Assolutamente da provare il Rosso Cónero DOC Riserva "Dorico"  dell'azienda Morder Vini


3250 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
To leave a comment you must approve it via e-mail, which will be sent to your address after submission.

To prevent automated Bots from commentspamming, please enter the string you see in the image below in the appropriate input box. Your comment will only be submitted if the strings match. Please ensure that your browser supports and accepts cookies, or your comment cannot be verified correctly.
CAPTCHA