Vino, Birra, Enogastronomia e buona tavola

talia sorpassa Francia, ora è primo produttore al mondo

Scritto da Apcom • Mercoledì, 29 giugno 2011 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze
Coldiretti: Ultima vendemmia segna sorpasso,seppure di un soffio

Con i risultati finali dell'ultima vendemmia l'Italia è diventata il principale produttore di vino al mondo grazie al sorpasso di misura messo a segno nei confronti della Francia che deteneva il primato.

Lo ha reso noto la Coldiretti, sulla base dei dati della Commissione europea che rilevano una produzione di 49,6 milioni di ettolitri per l'Italia superiore ai 46,2 milioni di ettolitri realizzata dalla Francia, su un totale comunitario di 157,2 milioni di ettolitri in calo del 3,7 per cento.


>>Continua a leggere "talia sorpassa Francia, ora è primo produttore al mondo"

4298 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

43 milioni di euro per i vini del Veneto, Chianti e Asti

Scritto da 100vino • Martedì, 28 giugno 2011 • Commenti 1 • Categoria: Eventi

Un progetto di filiera che racchiude oltre i due quinti della produzione nazionale di vini a denominazione: Territori DiVini. Per la prima volta il Consorzio per la Tutela dell’Asti, il Consorzio Vino Chianti Classico e l’Unione Consorzi Vini Veneti DOC uniti in un progetto per valorizzare la ricchezza enologica del territorio con un investimento di quasi 43 milioni di euro finanziati dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

“Le imprese vitivinicole italiane si trovano ad affrontare un mercato del vino che in questi ultimi anni è radicalmente cambiato. – spiega Luciano Piona, Presidente di Territori DiVini -  il tratto più saliente di questo mutamento è la diminuzione dei consumi di vino nei Paesi ad antica tradizione enologica e un crescente interesse da parte di nuovi Paesi. Inoltre nuovi attori si presentano nel mondo della produzione. Conseguentemente il mercato del vino ha una dimensione sempre più vasta, dove la componente internazionale riveste un ruolo via via più rilevante. Per affrontare questi mutamenti le imprese devono adottare nuove strategie, da qui il ruolo importante rivestito dall’innovazione di processo, di prodotto, organizzativa e di comunicazione & marketing. I tre consorzi coinvolti nel  progetto Territori Divini hanno inteso impegnarsi nel sostenere un programma di ricerca rivolto al miglioramento quantitativo, qualitativo e di comunicazione delle produzioni vitivinicole nei propri ambiti di interesse.”


>>Continua a leggere "43 milioni di euro per i vini del Veneto, Chianti e Asti"

3815 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

In 11 mesi 2010 sequestri vino fasullo o irregolare per 6,3 mln

Scritto da Apcom • Lunedì, 14 febbraio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze
Controlli ispettorato anti frodi Mipaaf: 7,7% campioni irregolari

Centosettantacinque sequestri di vino fasullo o irregolare, per un valore di 6,3 milioni di euro.
Ventiquattro persone denunciate e 1.463 contestazioni amministrative.

E' l'esito delle 8.197 ispezioni fatte, da gennaio a novembre del 2010 nel settore vitivinicolo dall'Ispettorato controllo qualità e repressione frodi (Icqrf) del ministero delle Politiche agricole: 5.059 le aziende controllate, per un totale di 17.325 prodotti vinicoli passati al setaccio, 1.553 i campioni analizzati con un 7,7% di irregolarità.

I dati sono anticipati da Tre Bicchieri, il quotidiano sul vino del Gambero Rosso.


>>Continua a leggere "In 11 mesi 2010 sequestri vino fasullo o irregolare per 6,3 mln"

4069 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Nel 2010 record storico per export vino

Scritto da Apcom • Lunedì, 24 gennaio 2011 • Commenti 1 • Categoria: Mercati e Tendenze
Per aziende italiane fatturato stimato a 3,7 miliardi euro, +9%

Record storico nel 2010 per l'export di vino italiano nel mondo.
Lo afferma la Coldiretti sulla base di un'analisi dei dati Istat sull'andamento del commercio estero.
L'anno scorso, in particolare, le aziende italiane hanno avuto un fatturato stimato in 3,7 miliardi di euro, in aumento del 9%, "la voce più importante dell'export agroalimentare nazionale".

Nel mondo - spiega l'organizzazione agricola - sono stati stappati più di 2 miliardi di bottiglie di vino italiano.


>>Continua a leggere "Nel 2010 record storico per export vino"

5113 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

In 10 anni aumenta del 100% export spumante

Scritto da Apcom • Giovedì, 30 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze
In Italia sono state consumate 80 milioni bottiglie del nostro pregiato spumante sulle tavole in festa

In dieci anni sono piu' che raddoppiati i brindisi Made in Italy nel mondo conquistato dall'aumento di oltre il 100 per cento nelle esportazioni di spumante italiano.

E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti per il Natale 2010 sulla base dei dati relativi al commercio estero nei primi nove mesi dell'anno dalla quale si evidenzia che l'Italia ha conquistato il titolo di primo esportatore e produttore mondiale di vini frizzanti con un totale di 380 milioni di bottiglie prodotte superiore ai 370 milioni della Francia nel 2010.

Il successo del prodotto nostrano è dimostrato dal fatto che in Italia sono crollati del 20 per cento negli ultimi dieci anni gli arrivi di champagne francese a tutto vantaggio dello spumante italiano. 


>>Continua a leggere "In 10 anni aumenta del 100% export spumante"

4613 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Stappate due bottiglie di champagne di 200 anni fa

Scritto da Apcom • Giovedì, 30 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Champagne
Erano in un relitto ritrovato in estate in fondo al Mar Baltico. Un vero tesoro sommerso nel fondo del mare che hanno ripreso aria in un evento straordinario davanti ad una platea di pochi eletti.

Due delle bottiglie di champagne più vecchie al mondo, ritrovate lo scorso luglio dopo aver trascorso oltre duecento anni all'interno di un relitto nel Mar Baltico, sono state stappate ad Aaland in Finlandia, davanti a un centinaio di amatori e giornalisti con il bicchiere in mano.

I due preziosi champagne un Veuve Clicquot e un Juglar, dal nome della casa "châlonnaise" ormai scomparsa, fanno parte di uno stock di 168 bottiglie, probabilmente inviato dal re di Francia Luigi XVI alla corte imperiale di Russia, ma mai giunto a destinazione.

L'apertura di due bottiglie è stata organizzata dalle autorità dell'arcipelago autonomo finlandese di Aaland.

Poche le bollicine, ma il nettare contenuto nelle bottiglie sprigionava ancora un profumo acre che solleticava le narici, hanno raccontato alcuni presenti.


>>Continua a leggere "Stappate due bottiglie di champagne di 200 anni fa"

14148 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Arriva il metodo per svelare la genuinità dei vini bianchi e rossi

Scritto da 100vino • Martedì, 19 ottobre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Vino e tecnologia

Dal Politecnico di Milano arriva il metodo per svelare la genuinità dei vini bianchi e rossi e delle bevande alcoliche in generale.
Lo studio condotto dai ricercatori ha permesso di “visualizzare” per la prima volta la catena proteomica delle bevande alcoliche, in particolare dei vini bianchi e rossi e di stabilire così se il liquido è stato trattato.

Alcuni additivi proteici come la caseina bovina e l’ovalbumina, ad esempio, permettono di eliminare le proteine presenti nell’uva e le sostanze di natura polifenolica, responsabili della formazione di precipitati, attraverso la pratica del collaggio o chiarificazione.

L’aggiunta al prodotto di additivi proteici produce un processo di sedimentazione delle proteine residue dell’acino d’uva e delle sostanze coloranti colloidali instabili.
Questa “gelatina” viene eliminata filtrando la bevanda che così si conserva per anni senza segni di degrado, residui sul fondo e torbidità.


>>Continua a leggere "Arriva il metodo per svelare la genuinità dei vini bianchi e rossi"

11303 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Vino. L'Italia in procinto di diventare il primo produttore al mondo

Scritto da 100vino • Mercoledì, 4 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

L’Italia si appresta a diventare il primo produttore mondiale di vino - superando la Francia - se verranno confermati i dati previsionali sulla vendemmia 2010 con una produzione nazionale cresciuta del 5 per cento rispetto allo scorso anno: 47,5 milioni di ettolitri contro i 47,3  milioni di ettolitri previsti per i cugini d’oltralpe da France Agrimer.

Sono questi i numeri annunciati da Coldiretti nel sottolineare che si tratta di un risultato importante per un settore dove trovano oggi opportunità di lavoro 1,2 milioni di persone impegnate direttamente in vigne, cantine e nella distribuzione commerciale, ma anche in attività connesse e di servizio, con ogni grappolo raccolto in campagna che è in grado di attivare ben 18 diversi settori.

Lo scorso anno il raccolto francese è stato pari a 46,7 milioni di ettolitri superiore a quello italiano fermo a 45,4 milioni di ettolitri, secondo l’Istat.
Ma al dilà dei numeri, il successo del vino italiano in termini di mercato fa crescere anche le attività indotte che si sono estese negli ambiti piu’ diversi: dall’industria vetraria a quella dei tappi, dai trasporti alle assicurazioni, da quella degli accessori, come cavatappi e sciabole, dai vivai agli imballaggi, dalla ricerca e formazione alla divulgazione, dall’enoturismo alla cosmetica e al mercato del benessere, dall’editoria alla pubblicità, dai programmi software fino alle bioenergie ottenute dai residui di potatura e dai sottoprodotti della vinificazione.

In Italia ci sono 250mila aziende agricole con vigneti che offrono occupazione a circa 200mila lavoratori dipendenti, dei quali 20mila extracomunitari: nel solo distretto di Montalcino lavorano immigrati di 44 diverse nazionalità.
Di queste ben 21.600 aziende agricole vendono direttamente il proprio vino ai consumatori mentre le altre lo cedono alle 35mila aziende imbottigliatrici presenti in Italia che impiegano operai, agronomi, enologi, responsabili di marketing, informatrici e wine manager.


>>Continua a leggere "Vino. L'Italia in procinto di diventare il primo produttore al mondo"

6398 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!