Vino, Birra, Enogastronomia e buona tavola

Coldiretti: le bollicine italiane sorpassano quelle francesi

Scritto da Eva di Pretoro • Domenica, 21 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

Da un analisi fatta dalla Coldiretti è emerso che il 2009 è stato un anno negativo per le bollicine francesi, infatti c'è stato un crollo nelle spedizioni dello Champagne del 22% in quantità, un totale di 8,87 milioni di casse da 12 bottiglie (106 milioni di bottiglie), per un valore di 1,6 miliardi di euro (-28%).

Questo calo, ha favorito per la prima volta lo storico sorpasso dello spumante Made in Italy, segnando un aumento del 5% nelle bottiglie esportate per un totale di 130 milioni di bottiglie spedite nei soli primi undici mesi del 2009, secondo lstat.

Per effetto della crescita della domanda straniera, le esportazioni dello spumante italiano hanno addirittura superato i consumi nazionali.

E' da sottolineare che , in realtà, oggi l'insieme delle esportazioni francesi di vini ed alcolici è in forte calo, per un totale del 17%  e un valore di 7,74 miliardi di euro, che è pari a piu' del doppio dell'export di vini Made in Italy che nel 2009 - secondo la Coldiretti - non dovrebbe superare i 3,5 miliardi in calo del 5% in valore ma in aumento del 9% in quantità.

La Coldiretti precisa che i principali consumatori di spumanti italiani si trovano in Germania e negli Stati Uniti, ma elevati tassi di crescita si registrano per la Gran Bretagna e nei paesi emergenti.


>>Continua a leggere "Coldiretti: le bollicine italiane sorpassano quelle francesi"

4347 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Azienda vinicola Umani Ronchi:grandi uve per grandi vini

Scritto da Eva di Pretoro • Sabato, 20 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Vino bianco fermo

Di proprietà della famiglia Bianchi-Bernetti da quasi cinquantanta anni, la UMANI RONCHI fu fondata come Azienda Agricola nel 1957 da Gino Umani Ronchi a Cupramontana, nel cuore della zona di produzione del Verdicchio Classico, nelle Marche.

L'Azienda Vinicola Umani Ronchi, si è distinta come grande interprete dei due vini più rappresentativi della regione Marche, Verdicchio e Rosso Conero.

La proprietà vitata dell'Azienda comprende una superficie totale di 210 ettari distribuiti su 12 distinti appezzamenti con caratteristiche uniche, nel rispetto e nella valorizzazione del terroir e di vitigni autoctoni di Marche e Abruzzo.

Non manca la ricerca su alcuni tra i più rappresentativi vitigni internazionali come Chardonnay, Sauvignon Blanc, Cabernet Sauvignon e Merlot, per la creazione di vini innovativi da mettere a confronto con le più eccellenti produzioni mondiali.

Impressiona la qualità media dei vini, ma dietro al successo di questa cantina c’è un progetto serio che combina ricerca e impegno, idee chiare e un obiettivo che non ammette compromessi: produrre grandi uve per produrre grandi vini e gli investimenti, in primis dedicati alle vigne, sono lì a dimostrarlo.


>>Continua a leggere "Azienda vinicola Umani Ronchi:grandi uve per grandi vini"

15727 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Gusto in scena 2010: alta cucina, vino e golosità

Scritto da Eva di Pretoro • Venerdì, 19 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Eventi

Gusto in Scena, ideato dal giornalista Marcello Coronini, in programma dall’1 al 3 marzo al Molino Stucky Hilton Venice a Venezia, è la prima manifestazione in Europa che unisce tre eventi in uno.
Nello stesso evento si terranno, infatti, il congresso gastronomico di grandi chef Chef in Concerto, I Magnifici Vini, banco d’assaggio con circa 100 cantine di tutto il mondo, e Seduzioni di Gola, rassegna dedicata alle sfiziosità.

Chef in Concerto, in particolare, sarà il momento culturale più importante. Già lo scorso anno l’evento si era distinto per la richiesta agli chef di non presentare “piatti spettacolari” e tornare alla semplicità mettendo al centro del piatto il gusto e quindi il prodotto.

La nuova provocazione del 2010 sarà l’apertura di un dibattito fra gli chef per stabilire “la definizione” della cucina italiana.


>>Continua a leggere "Gusto in scena 2010: alta cucina, vino e golosità"

10991 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Barolo: il vino più amato dagli Italiani

Scritto da Eva di Pretoro • Venerdì, 19 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

Secondo un sondaggio fatto su Winenews.it in collaborazione con Vinitaly (rassegna di riferimento dell’enologia mondiale) è risultato che il vino più amato e desiderato è il Barolo, seguito da Chianti Classico, Brunello di Montalcino e Franciacorta. Nel sondaggio si è chiesto agli eno-appossionati quali fossero le loro preferenze rispetto al vino e alla cantina del "cuore", e questi ultimi, nel votare, si sono decisamente frammentati arrivando a indicare oltre 180 marchi: un segnale che conferma l'attuale segmentazione dell' offerta enologica nazionale.

Degustazione vino

In testa alla classifica delle denominazioni si collocano:

  1. Barolo (25%)
  2. Chianti Classico (20%)
  3. Brunello di Montalcino (18%)
  4. Franciacorta (10%)

Seguono, nella top ten, Barbaresco, Bolgheri, Montefalco, Amarone, Collio e Supertuscan.

In forte calo  Trentino e Sicilia, regioni votate per la qualità della loro offerta produttiva complessiva e non per le singole denominazioni di origine.


>>Continua a leggere "Barolo: il vino più amato dagli Italiani"

5327 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Di Majo Norante: nuovi vini da antichi vitigni

Scritto da Eva di Pretoro • Giovedì, 18 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Vino rosso fermo

Di Majo Norante è un'azienda Molisana, produce vino da uve proprie fin dal 1800 e le produce esclusivamente negli 85 ettari dell’antico feudo dei Marchesi Norante di Santa Cristina.

La filosofia di Di Majo Norante è quella di produrre vini dai sapori ricchi di personalità delle antiche culture contadine, di rispettare l'approccio tradizionale alla coltivazione della vite e produrre vino che conservi tutte le caratteristiche degli uvaggi mediterranei.

I nuovi vini da antichi vitigni sono quindi gli splendidi risultati della vinificazione in purezza di vitigni tradizionalmente presenti nel Sud Italia e nel Molise.

Di Majo Norante pone una certa attenzione alla selezione, alla raccolta delle uve e alle tecniche di vinificazione, nell’ottica del miglioramento costante della qualità e della salubrità del vino.



>>Continua a leggere "Di Majo Norante: nuovi vini da antichi vitigni"

8040 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Grande evento a Venezia: “ Vini friulani: gradito l’abito rosso ”

Scritto da Eva di Pretoro • Giovedì, 18 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Eventi

La Federezione Italiana Albergatori e Ristoratori (Fisar) di Venezia, in collaborazione con Aurora Endrici –Vinoè Comunicazione Vino– e Paolo Ianna Wine Consulting, ha creato la prima edizione di Vini friulani: gradito l’abito rosso, speciale kermesse dedicata alla migliore produzione di vino rosso della regione .

Ci saranno 50 produttori tra i più prestigiosi del Friuli Venezia Giulia per presentare al pubblico i loro migliori vini rossi.

L’appuntamento è per domenica 21 febbraio 2010, dalle 11.00 alle 19.00 a Venezia, nelle presigiose sale dell’Hotel Monaco e Grand Canal.

Un' occasione per il consumatore di scoprire (o riscopre) l’eleganza e la personalità dei tanti, peculiari vini da vitigni a bacca rossa della regione, come il Refosco dal Peduncolo Rosso, Merlot, Pignolo, Tazzelenghe, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon, Schioppettino, Pinot Nero e Terrano, tutti vini che lasciano il segno.


>>Continua a leggere "Grande evento a Venezia: “ Vini friulani: gradito l’abito rosso ”"

8006 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Stato del Victoria: piccole località per grande viticoltura

Scritto da Eva di Pretoro • Mercoledì, 17 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

In Australia, all'interno dello Stato del Victoria, a qualche km da Melbourne, si trovano 5 località dove si produce del vino eccellente, addirittura ci sono 19 regioni vinicole differenti, con oltre 320 aziende vinicole.

Grazie al suolo ricco di minerali e molto spesso sabbioso, il vino del Victoria assume aromi e profumi particolari.

Grazie alla posizione geografica favorevole (a 30° di latitudine sud) le temperarure estive sono miti e mai torride, paragonabili a quelle nel Bordeaux.
Molte aziende sono piccole e a conduzione familiare, il cui titolare è sempre disponibile nell'illustrarvi la sua tecnica e a consigliare il vino più adatto.



>>Continua a leggere "Stato del Victoria: piccole località per grande viticoltura"

3698 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Tokaj: il vino dei Re

Scritto da Eva di Pretoro • Mercoledì, 17 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Vino

Il tokaj è un vino ungherese e slovacco molto noto in tutto il mondo.

L'omonima zona di produzione si trova nei pressi di Eger, vivissima cittadina dell'est del paese danubiano.

Definito re dei vini, vino dei re (epiteto coniato secondo la leggenda da Luigi XIV di Francia), un tempo era usato come pregiato dono che gli ungheresi offrivano ai re e ai grandi ecclesiastici di tutta Europa.

La zona d’origine del tokaj  si colloca a nord est di Budapest, a pochi chilometri dal confine slovacco, nei pressi di Sárospatak (fiume melmoso) e  Sátoraljaújhely.

La peculiarità del terreno, il particolare microclima, i vitigni, il trattamento e l’affinamento, uniti ad una straordinaria tradizione pluricentenaria, danno origine a questo vino, un tempo unico e famoso in tutto il mondo.


>>Continua a leggere "Tokaj: il vino dei Re"

8382 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!