Vino, Birra, Enogastronomia e buona tavola

Nasce "Progetto Chianti" per valorizzare il vino

Scritto da 100vino • Giovedì, 15 luglio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

Si chiama “Progetto Chianti srl” ed è una nuova società nata dalla compartecipazione fra la Fidi Toscana Spa, la finanziaria della Regione Toscana, e il Consorzio del Vino Chianti. E' un nuovo strumento a sostegno delle aziende in una delle produzioni, quella del vino Chianti, che rappresenta un fiore all'occhiello, conosciuto in tutto il mondo, dell'agricoltura Toscana.

Lo scopo principale della nuova società è quello di porsi come punto d'incontro fra i produttori del vino Chianti e i vari operatori della filiera per il miglioramento qualititativo e distributivo del Chianti Docg.

"L'obiettivo della Regione Toscana

sottolinea l'assessore Salvadori

è quello di offrire ai produttori toscani tutti gli strumenti per qualificare ancora di più uno dei prodotti d'eccellenza del territorio, quale il vino Chianti, sostenere le imprese e favorire i processi di aggregazione, dare impulso a meccanismi che rendano più razionale il processo distributivo e garantire la maggiore visibilità al prodotto toscano di qualità. Un modo per aiutare le imprese a fronteggiare la crisi e la concorrenza favorendo processi che garantiscano ai produttori il giusto riconoscimento e ai consumatori, in Toscana e fuori, la riconoscibilità della qualità toscana."

A “Progetto Chianti” potranno associarsi aziende produttrici e distributrici del territorio.
La società avrà compiti di intervento a largo raggio a favore delle aziende. Dal supporto tecnico amministrativo e anche di tipo finanziario, ai disciplinari con standard di eccellenza, alla produzione di regolamenti e uso di marchi distintivi, al controllo e certificazione del prodotto, alla promozione, alla regolazione dell'immissione del prodotto sul mercato.


>>Continua a leggere "Nasce "Progetto Chianti" per valorizzare il vino"

7251 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Barolo: il vino più amato dagli Italiani

Scritto da Eva di Pretoro • Venerdì, 19 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

Secondo un sondaggio fatto su Winenews.it in collaborazione con Vinitaly (rassegna di riferimento dell’enologia mondiale) è risultato che il vino più amato e desiderato è il Barolo, seguito da Chianti Classico, Brunello di Montalcino e Franciacorta. Nel sondaggio si è chiesto agli eno-appossionati quali fossero le loro preferenze rispetto al vino e alla cantina del "cuore", e questi ultimi, nel votare, si sono decisamente frammentati arrivando a indicare oltre 180 marchi: un segnale che conferma l'attuale segmentazione dell' offerta enologica nazionale.

Degustazione vino

In testa alla classifica delle denominazioni si collocano:

  1. Barolo (25%)
  2. Chianti Classico (20%)
  3. Brunello di Montalcino (18%)
  4. Franciacorta (10%)

Seguono, nella top ten, Barbaresco, Bolgheri, Montefalco, Amarone, Collio e Supertuscan.

In forte calo  Trentino e Sicilia, regioni votate per la qualità della loro offerta produttiva complessiva e non per le singole denominazioni di origine.


>>Continua a leggere "Barolo: il vino più amato dagli Italiani"

5436 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Nuovi agenti "007 del vino": più controlli sui prodotti

Scritto da Eva di Pretoro • Mercoledì, 17 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Normativa vinicola

Istituita la nuova figura dei vigilatori contro falsi e manomissioni: arrivano gli "007 del vino".

Sono le nuove figure previste dalla proposta di revisione della legge 164/92 (in approvazione, sarà esecutiva tra un paio di mesi), che ridisegna le funzioni dei Consorzi di tutela.

Questa novità è stata presentata nei giorni scorsi a Firenze nell'ambito di "Chianti Classico Collection", anteprima delle nuove annate 2009, 2008 e Riserva 2007.

In poche parole, questi agenti, controlleranno le bottiglie nelle enoteche, sugli scaffali dei supermercati e nei punti di piccola e grande distribuzione allo scopo di verificare che i prodotti presenti sul mercato siano certificati e rispondano ai requisiti dei disciplinari, ma soprattutto che prodotti similari non rechino danni alle produzioni Dop e Igp


>>Continua a leggere "Nuovi agenti "007 del vino": più controlli sui prodotti"

12675 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Lombardia. Il mosaico del vino

Scritto da 100vino • Martedì, 22 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Vino rosso

Il nuovo libro "Lombardia. Il mosaico del vino" è il settimo volume della collana “Le grandi aziende vitivinicole d'Italia” di Andrea Zanfi edita della Carlo Cambi Editore.

I volumi precedenti (“I Supertuscans”, “Viaggio tra i grandi vini di Sicilia”, “Friuli. Terre, uomini, vino”, “Piemonte... la signora del vino”, “Le Marche... l’orto del vino”, “Il Veneto, noialtri e il vino”), nell’arco dell’ultimo quinquennio hanno ottenuto plausi e consensi di pubblico e di critica anche a livello internazionale con vittorie a prestigiosi concorsi quali “Libri da Gustare” e “Gourmand World Cookbooks Awards”.

Anche questo volume ha ottenuto due riconoscimenti:

  • E' uno dei 4 titoli più gustosi dell'anno alla XIII edizione del concorso letterario 'LIBRI DA GUSTARE', la manifestazione che intende promuovere l'editoria enogastronomica e di territorio.
  • Miglior libro italiano nelle categorie 'Best Book on European Wine' e 'Best Wine Photography Book' (miglior libro sui vini europei e miglior libro fotografico sul vino) partecipando al Gourmand World Cookbook Awards 2010.

L’autore da diversi anni sta effettuando un lavoro minuzioso di ricerca non solo della migliore produzione enologica della nostra penisola, ma degli aspetti culturali che regolano i complessi comparti vitivinicoli delle regioni italiane andando a sondare quale sia il presente e il futuro del settore e quali invece le scelte e le iniziative di quei vignaioli che hanno saputo porsi all’attenzione del mercato nazionale e internazionale.

Lombardia. Il mosaico del vino “svela” 58 aziende vitivinicole di questa regione che ai più è sconosciuta sotto l’aspetto vitivinicolo e poco incline anche a “farsi scoprire”.

Una regione che ha richiesto un lavoro minuzioso di ricerca e di selezione di quei vignaioli che nel libro sono raccontati attraverso pennellate narrative capaci di cogliere gli aspetti più veri e sinceri che li caratterizzano; insomma, non soltanto la mera visione di un’azienda e dei suoi prodotti, ma il racconto di un viaggio alla scoperta di chi vi sia “dietro” al vino e alla sua realizzazione.


>>Continua a leggere "Lombardia. Il mosaico del vino"

6626 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il Chianti Classico è il primo vino quotato alla borsa telematica agrolimentare

Scritto da 100vino • Martedì, 22 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze
Lo ha annunciato ieri il Presidente del Consorzio Chainti Classico, Giuseppe Liberatore. Il Chianti Classico è il primo vino italiano docg ad essere quotato alla borsa telematica agroalimentare.

Se apparentemente la notizia può sembrare non importante, ha invece una valenza straordinaria, in quanto la sua quotazione degli scambi sul mercato telematico garantirà soprattutto trasparenza nella formazione del prezzo finale.

La trasparenza nella formazione del prezzo è di grande importanza soprattutto per i buyers internazionali della grande distribuzione, che avranno così un parametro oggettivo di riferimento.

Siamo quindi di fronte al primo vino DOCG che approda nella borsa telematica agroalimentare visto che fino ad oggi i prodotti agroalimentari italiani con denominazioni di origine non riguardavano alcun vino DOCG.


>>Continua a leggere "Il Chianti Classico è il primo vino quotato alla borsa telematica agrolimentare"

2349 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Vino e olio del Chianti, punte di diamante del Made in Italy

Scritto da Ciro Iodice • Giovedì, 12 febbraio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Vino


Appuntamento a Firenze il 17 e 18 febbraio con Chianti Classico Collection, evento a celebrazione del successo nazionale

Con un fatturato di oltre 500 milioni di euro, il distretto agroalimentare del Chianti Classico è il polo produttivo italiano a maggiore redditività, in costante ascesa sui mercati europei.


L'abilità nell'interpretare trend culturali contemporanei e orientamenti settoriali degli acquirenti, ha portato questa ‘porzione di Belpaese' a riscuotere in ambito internazionale un successo difficilmente eguagliabile.

Carta vincente del Chianti, l'identità socio-culturale impressa nei ‘geni' delle sue produzioni, che ha consentito la penetrazione di un mercato ostile e altamente concorrenziale. Non di minore rilevanza al riguardo, la competenza degli imprenditori vitivinicoli chiantigiani, che hanno promosso le qualità ambientali, artistiche e culturali del territorio.

Ha spiegato Marco Pallanti, Presidente del Consorzio Vino Chianti Classico

Quella di costituire un distretto agroalimentare è una scelta che per l'Italia, e in particolare per il Chianti Classico impegna le aziende a fare sistema, valorizza le imprese e garantisce una maggiore tutela ambientale, diventando il perno di una nuova strategia per fronteggiare le sfide sempre più impegnative del futuro.


Vino, olio e turismo le principali voci in bilancio, all'interno di un sistema virtuoso che dà occupazione rispettando e valorizzando uno dei più importanti paesaggi italiani.


>>Continua a leggere "Vino e olio del Chianti, punte di diamante del Made in Italy"

3425 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!