Vino, Birra, Enogastronomia e buona tavola

Il Festival Franciacorta in Cantina 2011

Scritto da 100vino • Mercoledì, 31 agosto 2011 • Commenti 0 • Categoria: Eventi

Fervono i preparativi per l’atteso rendez-vous che ogni anno il Consorzio Franciacorta organizza per turisti e appassionati di vino, dedicando un intero week-end di eventi e attività alla scoperta del territorio. L’appuntamento è per sabato 17 e domenica 18 settembre, destinazione il cuore della Lombardia, tra la città di Brescia e il Lago d’Iseo, territorio vocato alla viticoltura per eccellenza, ma anche ricco di natura, storia e tradizioni.

Un’imperdibile occasione per vivere un’esperienza a 360 gradi. Chi vorrà esplorare i Sapori, potrà farlo durante i percorsi di visita nei preziosi caveau delle cantine, con degustazioni e abbinamenti a cura di esperti enologi, passeggiando tra i vigneti per scoprire come e dove nascono le armoniose bollicine franciacortine o approfittando degli spazi accanto ai filari per un originale pic-nic. Inoltre una selezione di ristoranti e agriturismi della zona proporranno menu a base di piatti tipici della tradizione bresciana, accostandoli ai migliori Brut, Extra Brut, Satèn o Rosé .

Gli appassionati di Musica potranno lasciarsi trasportare dalle sinfonie dei musicisti del Teatro alla Scala o vivere le raffinate emozioni suscitate da eclettici artisti contemporanei, per una totale esperienza sensoriale unita a un calice di Franciacorta.


>>Continua a leggere "Il Festival Franciacorta in Cantina 2011"

10971 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Barolo: il vino più amato dagli Italiani

Scritto da Eva di Pretoro • Venerdì, 19 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

Secondo un sondaggio fatto su Winenews.it in collaborazione con Vinitaly (rassegna di riferimento dell’enologia mondiale) è risultato che il vino più amato e desiderato è il Barolo, seguito da Chianti Classico, Brunello di Montalcino e Franciacorta. Nel sondaggio si è chiesto agli eno-appossionati quali fossero le loro preferenze rispetto al vino e alla cantina del "cuore", e questi ultimi, nel votare, si sono decisamente frammentati arrivando a indicare oltre 180 marchi: un segnale che conferma l'attuale segmentazione dell' offerta enologica nazionale.

Degustazione vino

In testa alla classifica delle denominazioni si collocano:

  1. Barolo (25%)
  2. Chianti Classico (20%)
  3. Brunello di Montalcino (18%)
  4. Franciacorta (10%)

Seguono, nella top ten, Barbaresco, Bolgheri, Montefalco, Amarone, Collio e Supertuscan.

In forte calo  Trentino e Sicilia, regioni votate per la qualità della loro offerta produttiva complessiva e non per le singole denominazioni di origine.


>>Continua a leggere "Barolo: il vino più amato dagli Italiani"

5733 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il PINOT NERO

Scritto da Eva di Pretoro • Lunedì, 8 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Vino

Pinot nero (o Pinot noir) tra tutti i vitigni a bacca rossa del mondo è considerato uno dei più nobili, e allo stesso tempo è il più difficile da interpretare. Il Pinot Nero è notoriamente un'uva difficile da coltivare e da vinificare, pertanto richiede particolari attenzioni e buone capacità in cantina.

L'indiscussa patria del Pinot Nero è la Borgogna - e in particolare la Côte d'Or - dove quest'uva riesce a dare il meglio di sé sotto innumerevoli interpretazioni, anche grazie alle condizioni climatiche della zona. Nella Côte de Nuits i vini da Pinot Nero sono in genere robusti e complessi, con intriganti note minerali e speziate. Nella vicina Côte de Beaune è invece il carattere fruttato dell'uva a prevalere nello stile di questi vini, più rotondi e dalla maturazione più rapida.

Nelle altre zone della Borgogna si trovano buoni esempi di Pinot Nero nel villaggio di Pommard; altri interessanti esempi, con qualità diverse fra loro, sono i vini prodotti nella Côte Chalonnaise, Mercurey e Givry. In Francia il Pinot Nero è inoltre presente nella Champagne, dove è usato per la produzione dei celebri spumanti, nella Valle della Loira e in Alsazia.



>>Continua a leggere "Il PINOT NERO"

9230 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

IKEA FOOD and RESTAURANT

Scritto da Eva di Pretoro • Giovedì, 4 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

Ikea non è solo il leader mondiale nell'arredamento di design a basso costo, ma anche uno dei principali operatori internazionali della ristorazione commerciale.

Quest'azienda, fondata nel 1943 in un piccolo borgo agricolo della Svezia, oggi conta 301 negozi distribuiti in 37 paesi.

E in ognuno di questi punti vendita c'è un'area espressamente dedicata alla ristorazione, che gioca un ruolo sempre più importante nel pacchetto di offerta poiché viene considerata uno dei settori più redditizi e fidelizzanti.

Ecco spiegato perché bistrot e ristorante occupino spazi sempre più ampi all'interno dei punti vendita.

L'ultima novità infatti riguarda proprio quest'area: anche all'IKEA si può degustare ed aquistare del buon vino,  una piccola  enoteca  con bottiglie di vino bianco, rosso e prosecco fornite da un produttore della Franciacorta e in vendita nel banco del ristorante.


>>Continua a leggere "IKEA FOOD and RESTAURANT"

6461 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

FRANCIACORTA BARONE PIZZINI: MIGLIORE BIO IN ITALIA

Scritto da Eva di Pretoro • Mercoledì, 3 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Spumante

L'azienda vitivinicola franciacortina Barone Pizzini inaugura il 2010 con un nuovo riconoscimento attribuito alle sue bollicine da viticoltura biologica, di cui e' pioniera in Franciacorta: la prestigiosa Guida ai vini biologici d'Italia 2010 ha premiato il Franciacorta DOCG Saten di Barone Pizzini come miglior spumante bio in Italia, ricompensando il continuo impegno dell'azienda nel proporre al pubblico etichette che abbiano raggiunto la miglior sintesi tra alta qualita' e rispetto per l'uomo e la terra.

 La Guida del critico enogastronomico Pierpaolo Rastelli, giunta quest'anno alla tredicesima edizione e considerata ormai un "must have" tra le guide enogastronomiche, rappresenta uno dei piu' completi manuali per sommelier, esperti di vino o piu' semplicemente appassionati wine-lover, riunendo i migliori vini da viticoltura biologica e biodinamica prodotti da aziende certificate e offrendo descrizioni precise della provenienza e delle caratteristiche organolettiche di ciascuno.


>>Continua a leggere "FRANCIACORTA BARONE PIZZINI: MIGLIORE BIO IN ITALIA"

15833 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Gusti e preferenze degli eno-appassionati in tema di bollicine

Scritto da 100vino • Martedì, 29 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Champagne, Mercati e Tendenze, Spumante

Secondo una recente indagine svolta per conto di WineNews e il Forum degli Spumanti d’Italia emerge chiaramente come gli eno-appassionati preferiscano in larga misura bere lo spumante a discapito dello champagne. Gli spumanti nazionali dunque vincono grazie al loro rapporto qualità/prezzo, alla grande varietà di tipologie offerte e alla più facile reperibilità sul territorio.

L’inchiesta, che ha coinvolto 1.224 “enonauti” (amanti di vino & web), voleva indagare sui gusti e le preferenze degli eno-appassionati in tema di bollicine, per stabilire scherzosamente il vincitore dell’eterna sfida tra noi e i cugini d’Oltralpe.

Una competizione che vede primeggiare gli spumanti italiani: il 75% di chi ha risposto beve infatti più spesso bollicine made in Italy, contro il 9% che sceglie più frequentemente bollicine francesi. Il 16% degli eno-appassionati dichiara invece di bere spumanti italiani e francesi con la stessa frequenza.

Ma quali sono i punti di forza dei rispettivi schieramenti?

Le bollicine italiane vincono decisamente per il loro rapporto qualità/prezzo (48% delle risposte). Il 21% le sceglie invece perché predilige il made in Italy, il 18% perché offrono una grande varietà di tipologie e il 13% perché le giudica migliori dal punto di vista qualitativo.

Chi invece opta per lo Champagne lo fa innanzitutto perché lo ritiene di qualità superiore (68% delle risposte). Il 12% sceglie francese per l’ampia gamma di varietà, l’11% per il rapporto qualità/prezzo ed il 9% per una decisa attrazione per il made in France.


>>Continua a leggere "Gusti e preferenze degli eno-appassionati in tema di bollicine"

13804 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Progetto SMACh. Per non subire il cambiamento climatico in viticoltura

Scritto da 100vino • Giovedì, 17 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Tecnica e coltivazione

Gestire il cambiamento climatico e non subirlo, grazie ad un nuovo approccio alla viticoltura.

È questo l’obiettivo del Consorzio per la tutela del Franciacorta, che ha presentato i risultati del progetto SMACh (sviluppo modello agrometereologico previsionale per la maturazione dello Chardonnay in Franciacorta) presso l’azienda Barone Pizzini di Corte Franca.

La comunità scientifica mondiale è concorde sul fatto che siamo di fronte ad un processo di generale mutamento climatico; i primi risultati di tali variazioni sono le estremizzazioni dei fenomeni meteorologici.
Anche in Franciacorta i dati raccolti negli ultimi 10 anni dai tecnici del Consorzio confermano notevoli oscillazioni dello svolgersi delle fasi fenologiche della vite, con conseguenti ripercussioni sulla programmazione delle operazioni colturali e, in particolare, sulla progettazione e dimensionamento dei cantieri di raccolta.


>>Continua a leggere "Progetto SMACh. Per non subire il cambiamento climatico in viticoltura"

4782 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

A Milano il Festival dei vini della Franciacorta

Scritto da Ciro Iodice • Venerdì, 13 febbraio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Vino e manifestazioni


Tra il 19 al 26 Febbraio enoteche, wine bar e ristoranti che esporranno la scritta “Qui trovi il Franciacorta” ed il marchio “Aspettando il Festival” proporranno i Franciacorta con degustazioni guidate, abbinamenti a tavola, presentazioni e proposte dei produttori (www.franciacorta.net)

La sede del Festival del Franciacorta itinerante è l'Hotel The Westin Palace, Piazza della Repubblica, 20 Milano

Grande degustazione di Franciacorta
Sale Giardino e Colonne - Piano Mezzanino
Dalle 16.00 alle 21.00
Ingresso libero




>>Continua a leggere "A Milano il Festival dei vini della Franciacorta"

5785 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!