Vino, Birra, Enogastronomia e buona tavola

IL ROSSO DI CONERO

Scritto da Eva di Pretoro • Sabato, 23 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Vino rosso
Il Rosso di CONERO può essere definito tra i migliori  rossi marchigiani.

Le sue origini sono antichissime: i primi a "scoprirlo" furono i monaci Benedettini, che con le uve raccolte alle falde del Conero, producevano uno splendido Rosso. Forse furono loro a dare il nome attuale al vino, derivandolo dall'appellativo che i greci davano al corbezzolo o "ceraso marino", che cresce sui fianchi del Conero.

Prodotto nella splendida area del Monte Conero e le colline circostanti, riguarda 7 comuni, Ancona, Camerano, Numana, Offagna, Sirolo ed in parte Castelfidardo ed Osimo, tutto il promontorio del Conero è un meraviglioso ambiente per la coltivazione delle uve rosse grazie al microclima continentale ravvivato dalle brezze marine e dal terreno calcareo.

I vigneti riferiti al Rosso Conero sono coltivati generalmente a spalliera, con una densità variante dai 2500 ai 4000 ceppi dei nuovi impianti.

DOC dal 1967 il Rosso Conero si ottiene vinificando le uve del vitigno Montepulciano, unito poi da uve Sangiovese (per un 15% massimo) e ne circolano sul mercato due versioni, una base che deve presentare una gradazione minima di 11,5 gradi e una versione Riserva che deve avere una gradazione minimo di 12,5° e un invecchiamento di almeno due anni.


>>Continua a leggere "IL ROSSO DI CONERO"

3290 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

UNA GRANDE REALTA' ABRUZZESE: CANTINA TOLLO

Scritto da Eva di Pretoro • Venerdì, 22 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Vino bianco fermo
In Abruzzo, un grande territorio vocato alla viticultura, nella provincia teatina tra l'Adriatico e la Majella , si trova Tollo, un piccolo paesino con una grande realtà: Cantina Tollo.

Nasce nel 1960 dall'iniziativa di un piccolo gruppo di persone, unite dalla volontà di valorizzare una tradizione antica e dall'entusiasmo di dare vita ad una nuova esperienza .

19 soci nel 1960, quasi 1200 a tutt'oggi: una lucida sintesi che testimonia il legame di Cantina Tollo con il territorio e gli uomini che curano i vigneti con indicibile passione.

Cantina Tollo vende oltre 12 milioni di litri di vino in bottiglia, coltiva 3.500 ettari di terra.

Cantina Tollo esporta oltre che in tutte le regioni italiane, in tutti i Paesi dell'Unione Europea, in Svezia, il Danimarca, in Germania, nel Regno Unito e anche oltreoceano, in Giappone, negli Stati Uniti, in Canada.
Infatti attualmente l'esportazione rappresenta il 40% del volume di vendita del vino imbottigliato e il 44% del fatturato.
Lo sviluppo della Cantina è stato il frutto di un impegno costante, fatto di scelte delicate e di investimenti importanti, per la crescita dell'azienda e il miglioramento della qualità.



>>Continua a leggere "UNA GRANDE REALTA' ABRUZZESE: CANTINA TOLLO"

7404 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

ANTEPRIMA DEL NOBILE DI MONTEPULCIANO

Scritto da Eva di Pretoro • Mercoledì, 20 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Vino e manifestazioni

Si terrà domenica 14 e lunedì 15 febbraio 2010 dalle ore 10.30 alle 18.30 l’Anteprima del Vino Nobile di Montepulciano.

Si tratta della vendemmia 2007 e Riserva 2006 per la denominazione che richiede più lungo invecchiamento e dell'annata 2009 per il più "giovane" Rosso DOC.

I banchi d'assaggio saranno sistemati nella tensostruttura montata in Piazza Grande, attrezzata per quest'evento e perfettamente climatizzata.

Nell'adiacente Palazzo del Capitano, già sede per tutto l'anno del Consorzio del Vino Nobile, che organizza l'Anteprima, troveranno posto i servizi d'appoggio.


>>Continua a leggere "ANTEPRIMA DEL NOBILE DI MONTEPULCIANO"

3123 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

IL VINO PIU' ESPORTATO ALL'ESTERO E' ABRUZZESE

Scritto da Eva di Pretoro • Martedì, 12 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

Che la pasta si il prodotto abruzzese più venduto all'estero (sua maestà DE CECCO), lo sapevano tutti, ma a sorprendere quest'anno è stato il vino, registrando nei primi nove mesi del 2009 con un incremento del 4,4% rispetto allo stesso periodo del 2008, a fronte di un decremento dell'export nazionale del 5,7%.

I vini abruzzesi   sono il Montepulciano d'Abruzzo, il Trebbiano d'Abruzzo e il Montepulciano d'Abruzzo Cerasuolo, che a quanto pare sono conosciuti ed apprezzati più all'estero che in Italia.

La cosa sorprendente è che le produzioni vinicole di altre regioni come Piemonte, Toscana e Veneto hanno visto, invece, restringersi la loro quota di mercato.
Nel periodo 2003-2008, invece, l'export abruzzese era passato da 234 milioni di euro di fatturato a 339 milioni di euro con una crescita del 44% in appena sei anni. Sono alcuni dei dati più significativi messi in evidenza nel corso di una conferenza stampa che ha visto la partecipazione dell'assessore all'Agricoltura, Mauro Febbo, e del presidente del Centro Estero delle Camere di Commercio abruzzesi, Daniele Becci.
Insomma,
L’agroalimentare abruzzese non teme la crisi e mostra dati in controtendenza rispetto a quelli nazionali.


>>Continua a leggere "IL VINO PIU' ESPORTATO ALL'ESTERO E' ABRUZZESE"

8021 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Capodanno A Montepulciano: il "New Moon Tour" alla scoperta dei luoghi del film

Scritto da Eva di Pretoro • Martedì, 29 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Eventi

Nella patria del Vino Nobile fine d'anno in stile "Twilight" e passeggiata alla scoperta del set cinematografico di "New Moon"
Nella stupenda cornice della Piazza Grande di Montepulciano tutti i fan di "New Moon" potranno festeggiare un Capodanno in puro stile vampiresco.

L'idea è quella di trascorrere un giorno intero nella terra del Poliziano per scoprire il fascino di una cittadina ricca di arte e storia e soprattutto vedere di persona i luoghi dove sono state girate alcune scene clou della pellicola di Chris Weitz.

Un evento non casuale visto che la patria del Vino Nobile è stata il set di alcune scene del secondo capitolo cinematografico della saga .
Per l'occasione l'Ufficio Turistico Pro Loco distribuirà il famoso mantello rosso originale usato nel seguito di "Twlight".
Un evento sicuramente da non perdere
.
Tutti i visitatori avranno l'occasione di andare alla scoperta dei luoghi dov'è stato girato "New Moon" non solo la notte di San Silvestro, ma per tutto il 2010.


>>Continua a leggere "Capodanno A Montepulciano: il "New Moon Tour" alla scoperta dei luoghi del film "

6257 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

TERRA D'ALIGI: il vino, la vite, la terra, il lavoro. Valori tramandati da generazioni nella Valle del Sangro.

Scritto da Eva di Pretoro • Domenica, 8 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Vino rosso fermo



"L’amore per la terra d’Abruzzo la dedizione al lavoro, il senso della famiglia, il valore della tradizione: Terra d'Aligi è una filosofia"



Terra d'Aligi ha radici lontane; la famiglia Spinelli, proprietaria dell'azienda, ha un'esperienza secolare nell'agricoltura, in particolare nella coltivazione delle viti e produce uva da generazioni.
L'attività vinicola è stata iniziata nel 1973 da Vincenzo Spinelli. (nella foto a sinistra)

Aligi è il nome di una figura poetica, capostipite di tutti i pastori d’Abruzzo, valorizzata da un’opera dannunziana “La figlia di Jorio”.
La famiglia è titolare anche di un’altra azienda che porta il loro cognome, Spinelli appunto, con sede nelle stesse strutture di Terra D’Aligi e che produce un numero ben maggiore di pezzi, 2 milioni e 700mila bottiglie stesse uve ma etichette e tecniche di produzione diversificate rispetto alla linea di Terra d’Aligi.
Due società differenti, per scelte organizzative e produttive. La prima rivolta a un pubblico molto vasto, di consumatori di vino quotidiano. Vino facile, anche nel prezzo, e al tempo stesso di qualità. La seconda per palati più raffinati, esperti, per frequentatori di ristoranti ed enoteche. Ai quali offre comunque sempre prodotti di grande bevibilità e di prezzo onesto, corretto. Strutture operative, imprenditoriali e persone che ogni giorno lavorano con competenza e passione sono però sempre le stesse. Cambiano i mercati e i canali distributivi ma non gli intenti: qualità, territorialità, dedizione, serietà. Ed è risultato davvero sorprendente proprio il livello qualitativo assai elevato dei vini proposti da Cantine Spinelli per il consumo quotidiano.


>>Continua a leggere "TERRA D'ALIGI: il vino, la vite, la terra, il lavoro. Valori tramandati da generazioni nella Valle del Sangro."

5659 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!