Vino, Birra, Enogastronomia e buona tavola

Vino. L'Italia in procinto di diventare il primo produttore al mondo

Scritto da 100vino • Mercoledì, 4 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

L’Italia si appresta a diventare il primo produttore mondiale di vino - superando la Francia - se verranno confermati i dati previsionali sulla vendemmia 2010 con una produzione nazionale cresciuta del 5 per cento rispetto allo scorso anno: 47,5 milioni di ettolitri contro i 47,3  milioni di ettolitri previsti per i cugini d’oltralpe da France Agrimer.

Sono questi i numeri annunciati da Coldiretti nel sottolineare che si tratta di un risultato importante per un settore dove trovano oggi opportunità di lavoro 1,2 milioni di persone impegnate direttamente in vigne, cantine e nella distribuzione commerciale, ma anche in attività connesse e di servizio, con ogni grappolo raccolto in campagna che è in grado di attivare ben 18 diversi settori.

Lo scorso anno il raccolto francese è stato pari a 46,7 milioni di ettolitri superiore a quello italiano fermo a 45,4 milioni di ettolitri, secondo l’Istat.
Ma al dilà dei numeri, il successo del vino italiano in termini di mercato fa crescere anche le attività indotte che si sono estese negli ambiti piu’ diversi: dall’industria vetraria a quella dei tappi, dai trasporti alle assicurazioni, da quella degli accessori, come cavatappi e sciabole, dai vivai agli imballaggi, dalla ricerca e formazione alla divulgazione, dall’enoturismo alla cosmetica e al mercato del benessere, dall’editoria alla pubblicità, dai programmi software fino alle bioenergie ottenute dai residui di potatura e dai sottoprodotti della vinificazione.

In Italia ci sono 250mila aziende agricole con vigneti che offrono occupazione a circa 200mila lavoratori dipendenti, dei quali 20mila extracomunitari: nel solo distretto di Montalcino lavorano immigrati di 44 diverse nazionalità.
Di queste ben 21.600 aziende agricole vendono direttamente il proprio vino ai consumatori mentre le altre lo cedono alle 35mila aziende imbottigliatrici presenti in Italia che impiegano operai, agronomi, enologi, responsabili di marketing, informatrici e wine manager.


>>Continua a leggere "Vino. L'Italia in procinto di diventare il primo produttore al mondo"

6341 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Vino: spesi 1,2 miliardi per acquisti in cantina

Scritto da 100vino • Lunedì, 7 giugno 2010 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

Con una spesa di 1,2 miliardi di euro crescono gli acquisti in cantina in Italia dove sono presenti ben 21.624 aziende agricole che offrono direttamente ai consumatori uno dei 498 vini a denominazione di origine controllata (Doc), controllata e garantita (Docg) e a indicazione geografica tipica (320 vini Doc, 41 Docg e 137 Igt). E' quanto emerge da uno studio della Coldiretti in occasione della manifestazione “Cantine Aperte” promossa dal Movimento Turismo del Vino.

Acquistare direttamente in cantina è una opportunità per i consumatori che possono così risparmiare e garantirsi acquisti sicuri e di qualità, ma anche una occasione per le imprese agricole che possono vendere senza intermediazioni e far conoscere direttamente le caratteristiche e il lavoro necessario per realizzare una specialità territoriale unica ed inimitabile.

Secondo l’ultimo rapporto dell’Osservatorio Coldiretti - Agri2000 sulla vendita diretta i bianchi e rossi Made in Italy sono al primo posto tra i prodotti acquistati nelle aziende agricole e nei mercati degli agricoltori, personalmente o attraverso i gruppi di acquisto solidale, superando abbondantemente ortofrutta e formaggi.
La tendenza di crescita è favorita dal fatto che l'Italia è l'unico Paese al mondo a poter offrire una grande varietà dei percorsi turistici legati all'enogastronomia con 142 strade dei vini e dei sapori lungo le quali assaporare il nettare di bacco, oltre a più di diciottomila agriturismi.

Nella classifica delle Regioni predomina però la Toscana, con 4.876 produttori (il 22 per cento del totale nazionale), davanti a Piemonte (3.738), Veneto (2.560), Emilia Romagna (2.489) e Sicilia (1.926).


>>Continua a leggere "Vino: spesi 1,2 miliardi per acquisti in cantina"

3024 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

A Milano apre il primo Wine Outlet Shopping Store

Scritto da 100vino • Giovedì, 10 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

Sull'onda degli Outlet, mancavano all'appello quelli dedicati al vino.

A pensare a questa iniziativa è l'azienda Urban Xmas Temporary Store di concerto con il Pasqua Lounge, il contenitore di una delle aziende italiane produttrici di vino.

Un nuovo modo di approcciarsi ai clienti che nasce da un'idea di Saro Trovato, mood maker di professione.
In altre parole un modo innovativo per proporre il vino, - afferma il direttore Marketing e Comunicazione di Pasqua Vigneti e Cantine - ma soprattutto l'esperienza della degustazione e del bere bene.

Lo store è situato in Via Vittor Pisani al 2 e prende il nome di Wine and Shopping Store. Luogo dove si potrà anche godere del tradizionale shopping (abbigliamento, hi-tech, design delle marche e dei loghi più noti quali Nescafé, San Pellegrino, Tivoli Audio, Motta, Purina) e bere nel frattempo una semplice coppa di champagne, una flute di prosecco o, perchè no, un Amarone o un Primitivo di Manduria, mentre si prova un abito o si ascoltano le prestazioni della radio piu' "in" della prossima stagione.


>>Continua a leggere "A Milano apre il primo Wine Outlet Shopping Store"

29848 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Com'è andata la vendemmia 2009? I dati ufficiali dell'Assoenologi

Scritto da 100vino • Mercoledì, 25 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

Foto di VinoFamily
Sono stati pubblicati i dati definitivi della produzione 2009 del vino in Italia ed elaborati dall’Associazione Enologi Enotecnici Italiani - Organizzazione nazionale di categoria dei tecnici del settore vitivinicolo - Assoenologi.

I dati di seguito riportati sono il risultato dell’elaborazione di migliaia di rilievi fatti attraverso diverse fonti.

La base è data dalle valutazioni condotte a livello locale dalle diciassette Sedi periferiche dell'Associazione i cui risultati vengono poi confrontati con un’altra moltitudine di informazioni ottenute in modo autonomo dalla Sede centrale dell’Assoenologi.
Questo sistema consente di formulare le previsioni sulla produzione della campagna in corso in modo obiettivo e veritiero, tanto da essere confermate nei mesi successivi dall’Istituto nazionale di statistica con piccoli margini di differenza.
IL PUNTO SUL SETTORE VITIVINICOLO ITALIANO
Foto di Pizzodisevo
La quantità diminuisce e la qualità aumenta.

Secondo il Centro studi di Assoenologi, la produzione mondiale di vino, sulla base della media del triennio 2005/2007 (ultimo dato disponibile), è di circa 300 milioni di ettolitri, di cui 170 provengono dai Paesi dell’Unione Europea, che produce pertanto poco meno del 60% del vino mondiale.
Il 17% della produzione mondiale ed il 30% di quella comunitariaparlano italiano”.
La media delle nostre produzioni è diversa a seconda dei periodi considerati. Essa, infatti, è di 58,8 milioni di ettolitri se riferita al decennio 1989/1998, cala a 49,5 milioni di ettolitri se rapportata al periodo 1999/2008, per diminuire a 48,4 milioni se calcolata sugli ultimi cinque anni (2004/2008).

Parallelamente è mutata la superficie di uva da vino in produzione che nel 1980 era di 1.230.000 ettari, nel 1990 era scesa a 970.000 ettari ed oggi è di 684.000 ettari secondo l’Istat (650.000 secondo altre fonti).

Negli ultimi diciannove anni si sono persi 286.000 ettari di vigneto, più di quanti ne hanno oggi la Lombardia, la Puglia e la Sicilia insieme.


>>Continua a leggere "Com'è andata la vendemmia 2009? I dati ufficiali dell'Assoenologi"

9864 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Franciacorta non conosce la crisi: oltre 9,6 milioni di bottiglie vendute

Scritto da 100vino • Giovedì, 15 gennaio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

Sono state 9.671.564 le bottiglie di Franciacorta immesse sul mercato nel 2008, con un incremento del 16% rispetto al 2007.
Un dato che testimonia il crescente successo sul mercato e la tendenza, sempre più diffusa, che vede la destagionalizzazione del consumo: secondo i dati raccolti il Franciacorta resta una scelta d’eccellenza per i brindisi di Natale e Capodanno, ma diventa sempre più accompagnamento ideale a tutto pasto anche durante il resto dell’anno.


A confermare la crescita del sistema Franciacorta anche l’aumento della superficie vitata sul territorio della denominazione, salito a 2.215 ettari (+5% rispetto ai 2.115 del 2007) e l’aumento dei soci aderenti al Consorzio: 15 in tutto, fra i quali 7 viticoltori e 8 imbottigliatori, per un totale di 366 associati.


>>Continua a leggere "Franciacorta non conosce la crisi: oltre 9,6 milioni di bottiglie vendute "

2160 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!