Vino, Birra, Enogastronomia e buona tavola

Il Chianti Classico è il primo vino quotato alla borsa telematica agrolimentare

Scritto da 100vino • Martedì, 22 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze
Lo ha annunciato ieri il Presidente del Consorzio Chainti Classico, Giuseppe Liberatore. Il Chianti Classico è il primo vino italiano docg ad essere quotato alla borsa telematica agroalimentare.

Se apparentemente la notizia può sembrare non importante, ha invece una valenza straordinaria, in quanto la sua quotazione degli scambi sul mercato telematico garantirà soprattutto trasparenza nella formazione del prezzo finale.

La trasparenza nella formazione del prezzo è di grande importanza soprattutto per i buyers internazionali della grande distribuzione, che avranno così un parametro oggettivo di riferimento.

Siamo quindi di fronte al primo vino DOCG che approda nella borsa telematica agroalimentare visto che fino ad oggi i prodotti agroalimentari italiani con denominazioni di origine non riguardavano alcun vino DOCG.


>>Continua a leggere "Il Chianti Classico è il primo vino quotato alla borsa telematica agrolimentare"

2349 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Com'è andata la vendemmia 2009? I dati ufficiali dell'Assoenologi

Scritto da 100vino • Mercoledì, 25 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

Foto di VinoFamily
Sono stati pubblicati i dati definitivi della produzione 2009 del vino in Italia ed elaborati dall’Associazione Enologi Enotecnici Italiani - Organizzazione nazionale di categoria dei tecnici del settore vitivinicolo - Assoenologi.

I dati di seguito riportati sono il risultato dell’elaborazione di migliaia di rilievi fatti attraverso diverse fonti.

La base è data dalle valutazioni condotte a livello locale dalle diciassette Sedi periferiche dell'Associazione i cui risultati vengono poi confrontati con un’altra moltitudine di informazioni ottenute in modo autonomo dalla Sede centrale dell’Assoenologi.
Questo sistema consente di formulare le previsioni sulla produzione della campagna in corso in modo obiettivo e veritiero, tanto da essere confermate nei mesi successivi dall’Istituto nazionale di statistica con piccoli margini di differenza.
IL PUNTO SUL SETTORE VITIVINICOLO ITALIANO
Foto di Pizzodisevo
La quantità diminuisce e la qualità aumenta.

Secondo il Centro studi di Assoenologi, la produzione mondiale di vino, sulla base della media del triennio 2005/2007 (ultimo dato disponibile), è di circa 300 milioni di ettolitri, di cui 170 provengono dai Paesi dell’Unione Europea, che produce pertanto poco meno del 60% del vino mondiale.
Il 17% della produzione mondiale ed il 30% di quella comunitariaparlano italiano”.
La media delle nostre produzioni è diversa a seconda dei periodi considerati. Essa, infatti, è di 58,8 milioni di ettolitri se riferita al decennio 1989/1998, cala a 49,5 milioni di ettolitri se rapportata al periodo 1999/2008, per diminuire a 48,4 milioni se calcolata sugli ultimi cinque anni (2004/2008).

Parallelamente è mutata la superficie di uva da vino in produzione che nel 1980 era di 1.230.000 ettari, nel 1990 era scesa a 970.000 ettari ed oggi è di 684.000 ettari secondo l’Istat (650.000 secondo altre fonti).

Negli ultimi diciannove anni si sono persi 286.000 ettari di vigneto, più di quanti ne hanno oggi la Lombardia, la Puglia e la Sicilia insieme.


>>Continua a leggere "Com'è andata la vendemmia 2009? I dati ufficiali dell'Assoenologi"

9914 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Vendemmia in Langa

Scritto da 100vino • Giovedì, 24 settembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Eventi
Partecipare attivamente alla vendemmia, respirarne intensamente gli aromi, interpretarne i colori e viverne a fondo le atmosfere è il sogno di molti enoturisti che decidono di trascorrere un periodo alla scoperta del paesaggio vitivinicolo delle Langhe: a realizzarlo ci pensa, domenica 27 settembre, la Strada del Barolo e dei grandi vini di Langa.

Per "Vendemmia in Langa" alcune aziende agricole che sorgono lungo la Strada del Barolo e grandi vini di Langa accolgono i visitatori nelle vigne e poi nelle cantine, permettendo di vivere da vicino il rito della vendemmia, invitandoli poi in cantina per visite e degustazioni.

La manifestazione, organizzata dalla Strada del Barolo e grandi vini di Langa e Monregaltour è il riconoscimento istituzionale di un’intuizione vincente, quella di far vivere ai turisti l’esperienza della vita di campagna, in uno dei luoghi più affascinanti del Piemonte, nel momento in cui il lavoro di un anno intero raccoglie i primi frutti.

I visitatori, accompagnati in piccoli gruppi dai proprietari, vengono condotti tra i filari per immergersi nell’atmosfera di festa che tradizionalmente accompagna il momento della raccolta.
È l’occasione per conoscere i produttori, apprezzare il paziente lavoro di mani esperte, vivere da vicino le prime fasi della vinificazione.
Per un’intera giornata gli ospiti delle aziende vitivinicole vivranno gomito a gomito ogni fase della vendemmia: prima tra i filari osserveranno da vicino i precisi gesti dei vignaioli mentre recidono i grappoli ormai pronti per la vendemmia, poi nelle cantine, dove si celebrerà il rito della pigiatura e si degusteranno i vini prodotti dall’azienda.


>>Continua a leggere "Vendemmia in Langa"

5032 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!