Terra d’aligi: il vino, la vite, la terra, il lavoro

logo-terradaligi

Valori tramandati da generazioni nella valle del sangro

“L’amore per la terra d’Abruzzo la dedizione al lavoro, il senso della famiglia, il valore della tradizione: Terra d’Aligi è una filosofia”
Terra d’Aligi ha radici lontane; la famiglia Spinelli, proprietaria dell’azienda, ha un’esperienza secolare nell’agricoltura, in particolare nella coltivazione delle viti e produce uva da generazioni.

L’attività vinicola è stata iniziata nel 1973 da Vincenzo Spinelli

vincenzo
Aligi è il nome di una figura poetica, capostipite di tutti i pastori d’Abruzzo, valorizzata da un’opera dannunziana “La figlia di Jorio”.
La famiglia è titolare anche di un’altra azienda che porta il loro cognome, Spinelli appunto, con sede nelle stesse strutture di Terra D’Aligi e che produce un numero ben maggiore di pezzi, 2 milioni e 700mila bottiglie stesse uve ma etichette e tecniche di produzione diversificate rispetto alla linea di Terra d’Aligi.

Due società differenti, per scelte organizzative e produttive. La prima rivolta a un pubblico molto vasto, di consumatori di vino quotidiano. Vino facile, anche nel prezzo, e al tempo stesso di qualità. La seconda per palati più raffinati, esperti, per frequentatori di ristoranti ed enoteche. Ai quali offre comunque sempre prodotti di grande bevibilità e di prezzo onesto, corretto. Strutture operative, imprenditoriali e persone che ogni giorno lavorano con competenza e passione sono però sempre le stesse. Cambiano i mercati e i canali distributivi ma non gli intenti: qualità, territorialità, dedizione, serietà.  Ed è risultato davvero sorprendente proprio il livello qualitativo assai elevato dei vini proposti da Cantine Spinelli per il consumo quotidiano.

WineNews, all’estero gli italiani bevono vino locale e birra
Rupi del Vino – Il film documentario di Ermanno Olmi