Una grande realta’ abruzzese: Cantina Tollo

In Abruzzo, un grande territorio vocato alla viticultura, nella provincia teatina tra l’Adriatico e la Majella , si trova Tollo, un piccolo paesino con una grande realtà: Cantina Tollo.

Nasce nel 1960 dall’iniziativa di un piccolo gruppo di persone, unite dalla volontà di valorizzare una tradizione antica e dall’entusiasmo di dare vita ad una nuova esperienza .

19 soci nel 1960, quasi 1200 a tutt’oggi: una lucida sintesi che testimonia il legame di Cantina Tollo con il territorio e gli uomini che curano i vigneti con indicibile passione.

Cantina Tollo vende oltre 12 milioni di litri di vino in bottiglia, coltiva 3.500 ettari di terra.

Cantina Tollo esporta oltre che in tutte le regioni italiane, in tutti i Paesi dell’Unione Europea, in Svezia, il Danimarca, in Germania, nel Regno Unito e anche oltreoceano, in Giappone, negli Stati Uniti, in Canada.
Infatti attualmente l’esportazione rappresenta il 40% del volume di vendita del vino imbottigliato e il 44% del fatturato.
Lo sviluppo della Cantina è stato il frutto di un impegno costante, fatto di scelte delicate e di investimenti importanti, per la crescita dell’azienda e il miglioramento della qualità.

Attualmente Cantina Tollo dispone di 8 linee di pigiatura, un reparto di stoccaggio capace di accogliere oltre 350.000 hl di vino, una bottaia contenente 120 botti di rovere di Slavonia e più di 300 barriques per un totale di circa 8000 hl di vino in invecchiamento.

Una moderna linea di imbottigliamento, completamente automatizzata, provvede a confezionare circa 12.000 bottiglie di vino ad ora.
Oltre 36 etichette, per una produzione che parte dal classico Montepulciano d’Abruzzo, al Trebbiano, al Cerasuolo per continuare con Chardonnay, Cabernet, Merlot, insomma, un ampia scelta per tutti i gusti.

Uno dei migliori vini della Cantina, un trebbiano di grande valore e qualità, è il TREBBIANO D’ABRUZZO MENIR 2006

Vinificazione

pigiadiraspatura, criomacerazione del pigiato a 5/8 °C, pigiatura soffice e controllo della temperatura di fermentazione del mosto limpido in barriques di rovere francese all’interno di locali termocondizionati
Temperatura della fermentazione in °C: 18/20

Affinamento

18 mesi sui lieviti nelle barriques dove è avvenuta la fermentazione; 6 mesi in bottiglia

Gradazione alcolica: 14,5 % vol

Colore

giallo paglierino con tenui riflessi dorati

Odore

di frutta gialla matura con note agrumate e di frutta secca che si fondono ad eleganti sentori speziati di vaniglia e confetto

Sapore

pieno, suadente e di lunga persistenza con finale ammandorlato

Temperatura in °C: 12

Abbinamenti

primi piatti saporiti a base di carne o pesce, carni bianche e pesci arrosto, brodetto dell’adriatico; ottimo con formaggi stagionati e semi stagionati accompagnati da confetture e miele di acacia

NAPOLI: Il Policlinico Federico II sperimenta un “Elisir di bellezza” con l’uva
Nasce “Progetto Chianti” per valorizzare il vino