Wine week end in sicilia: alla scoperta dell’alcamo doc

Tre giorni dedicati al mondo del vino, alle sue suggestioni e sensazioni ed in particolare all’ Alcamo, si tratta del “WINE WEEKEND”.
La rassegna, alla prima edizione,si svolgerà dal 4 al 6 dicembre prossimi ad Alcamo (Trapani), nella Sicilia Occidentale.
L’evento, organizzato dal Comune di Alcamo in collaborazione con l’Associazione Strada del Vino, è dedicato agli appassionati del mondo del vino, operatori e giornalisti specializzati che vogliono trascorrere un week end alla conoscenza dell’Alcamo e delle bellezze di un territorio storico a forte vocazione vitivinicola.
Durante la tre giorni, in cui protagonista sarà l’affascinante mondo di Bacco, si svolgeranno degustazioni incontri tematici e visite guidate alle cantine più rappresentative del comprensorio.

catello-alcamo

Il Castello dei Conti di Modica sarà la location delle “Wine Experience” che daranno la possibilità di degustare, ogni giorno dalle 12 alle 19, le migliori etichette dell Alcamo, ma anche di visitare il museo del vino e l’enoteca regionale.
In programma wine tasting tematici, moderati dal giornalista Fabrizio Carrera, e dedicati alla scoperta degli “internazionali” di Alcamo sia bianchi che rossi, al Nero d’Avola o al confronto tra etichette di diversi territori.
Il vino incontra i sapori del territorio nell’ambito dell’iniziativa “Calici divini”: momenti di degustazione, all’enoteca regionale, di etichette abbinate a prodotti agroalimentari d’eccellenza.

L’ ex Collegio dei Gesuiti ospiterà un villaggio espositivo che metterà in mostra i prodotti e le cantine
del territorio, tra artigianato ed agroalimentare, mentre per i più piccoli è stato pensato un programma dedicato di attività, giochi e
animazione.
I più golosi, inoltre, potranno conoscere i sapori del territorio attraverso gli “Happy Menu” che saranno proposti durante la rassegna, a prezzi promozionali, da tre ristoranti convenzionati: l’Hotel Centrale, l’Hotel La Batia e il Baglio La Fastuchera. Gli stessi esercenti proporranno tariffe agevolate a chi volesse pernottare in occasione della manifestazione. Sabato e domenica le aziende vitivinicole del territorio apriranno le porte nell’ambito dei Wine Tour. I visitatori potranno andare alla scoperta delle cantine, delle tecniche di produzione del ed effettuare degustazioni.

Tra le attività in programma

Wine tasting

sono previsti momenti di degustazione giornalieri a cui il pubblico potrà partecipare all’interno dei suggestivi saloni del Castello dei Conti di Modica. In programma degustazioni tematiche con i migliori vini dell’Alcamo DOC e non solo.

Expo village e wine shop

villaggio espositivo allestito presso il Loggiato del Collegio dei gesuiti che ospiterà le aziende sponsor, cantine e produttori locali. Il villaggio proporrà un interessante itinerario fra artigianato, turismo ed agroalimentare.

Edu kidsi

presso la Biblioteca Multimediale e il Castello dei Conti di Modica, ogni giorno giochi e animazione per i più piccoli.

Happy menu

nell’arco del week end i ristoranti convenzionati di Alcamo e del territorio proporranno ad un prezzo fisso
un pranzo a base di specialità enogastronomiche locali.

Wine experience

degustazioni non stop, dalle 12 alle 19, al Castello dei Conti di Modica. Nove banchi d’assaggio proporranno i profumi, i colori e le migliori specialità delle cantine dell’Alcamo Doc.

Calici divini

una selezione delle migliori etichette dell’Alcamo Doc incontra le eccellenze agroalimentari siciliane per delle degustazioni imperdibili. Ogni giorno, l’appuntamento è all’enoteca regionale.

Expo village

villaggio espositivo allestito presso il loggiato dell’ex Collegio dei gesuiti. In vetrina aziende sponsor, cantine e produttori locali tra
artigianato, turismo ed agroalimentare.

Wine tour

sabato e domenica le cantine del territorio aprono le porte a turisti e visitatori per momenti di degustazione e visite ai vigneti.

L’associazione strada del vino alcamo doc

strada-del-vino-alcamo

Promossa dall’Associazione Nazionale Città del Vino, si è costituita nel Luglio del 2000 l’Associazione della “Strada del vino Alcamo Doc”, allo scopo di potenziare le capacità di attrazione del territorio e delle sue risorse storico-culturali, naturalistiche ed ambientali in relazione ai percorsi della Strada del Vino e di valorizzare e promuovere in senso turistico le produzioni vitivinicole, le attività agroalimentari di qualità e le specialità tipiche del territorio.
Attualmente alla “Strada” sono associati Comuni, cantine e aziende vitivinicole, aziende ricettive e della ristorazione.
La combinazione d’insieme, nelle terre dell’Alcamo Doc, fra natura, cultura e prodotti tipici, offre uno splendido esempio di turismo enogastronomico di qualità, inteso come modo con il quale ognuno potrà arricchire i propri interessi culturali.
In questo contesto l’Associazione promuove, con un progetto coordinato, una serie di iniziative e di eventi culturali, integrati in un’offerta turistica che coniuga storia, cultura e sapori.
Alcamo, si trova più precisamente a cavallo delle province di Trapani e Palermo, ed è uno degli esempi più suggestivi della Sicilia.

Un paesaggio ampio e collinare, che si affaccia sul Golfo di Castellammare, dominato dalla presenza del vigneto che disegna verdi
geometrie di filari ordinati su terre assolate e dai colori cangianti: dal bruno delle argille, al rossastro delle sabbie, ai bianchi calcari
pietrose. Qui le uve danno vita a vini di alta qualità, bianchi, rosati e rossi intensi, apprezzati in tutto il mondo.

L’Associazione “Strada del vino Alcamo Doc” promuove, per suo statuto, percorsi turistici alternativi in un’area ad alta vocazione vitivinicola caratterizzata dalla presenza di cantine, da produzioni gastronomiche tipiche nonché da attrattive naturalistiche-ambientali, archeologiche e storico-culturali particolarmente significative ai fini di un’offerta turistica integrata.
Gli itinerari che qui si presentano attraversano luoghi di rara bellezza, sentieri naturalistici ricchi di tradizioni contadine, casali, bagli e masserie di ineguagliabile bellezza decadente, filari di vigne bordati da olivi centenari che testimoniano la fatica e l’arte dei contadini.

L’eno-turista, nel percorrere gli itinerari proposti, troverà un’offerta ricettiva ben distribuita per tipologia (dagli alberghi alle strutture agrituristiche) e per dislocazione territoriale e potrà assaporare la sorprendente cucina siciliana frutto di una sapiente tradizione gastronomica originata dalle diverse civiltà con cui è venuta in contatto durante le diverse dominazioni, dai greci ai romani, dagli svevi agli spagnoli.
L’influenza del mare, i prodotti tipici dell’agricoltura (fichidindia, melanzane, meloni, arance), il buon vino e la creatività di cuochi e pasticceri si ritrovano, con un mix straordinario, nella cucina locale.

NAPOLI: Il Policlinico Federico II sperimenta un “Elisir di bellezza” con l’uva
Divino Vino, suoni di vino a Sorrento